Associazione RISPARMIO EFFICIENZA ENERGETICA          EFFICIENZA ENERGETICA           ENERGIE ALTERNATIVE               SMART GRIDS              Eco-Energy Home 
 

 
 

  

BENVENUTI NELLA PAGINA DI ACCOGLIENZA DEL  SITO DI 
ING. GIUSEPPE DAMMACCO 


PROGETTO MACSI INTERSETTORIALE, TECNICO-ORGANIZZATIVO, PER IL RISPARMIO E L'EFFICIENZA ENERGETICA E LE ENERGIE ALTERNATIVE
IL PROGETTO MACSI SI ARTICOLA IN AMBITI DIFFERENTI DEL VASTO SETTORE ENERGETICO, AL FINE DI CERCARE UNA RISPOSTA COMPLETA ED INTEGRATA ALLE ESIGENZE DI RISPARMIO-EFFICIENZA ENERGETICA, DI NUOVE TECNOLOGIE, METODI  E MEZZI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI ALTERNATIVE PER I DIVERSI SETTORI APPLICATIVI.

Le prime settimane del 2016 si ricorderanno a lungo, come quelle che hanno riportato il prezzo del petrolio sotto i 30 dollari al barile: un livello che non si vedeva dal 2004 e che pochi fra gli analisti osavano pensare soltanto qualche mese fa. Ora, 18 gennaio 2016, le previsioni che indicano un greggio pronto a sfondare al ribasso nuove soglie (compresa quella dei 20 dollari) nel breve termine si moltiplicano in rapida serie, a volte anche senza i fondamenti necessari.

Tutto questo non deve distrarci dalla ricerca dell'efficienza energetica. Anzi i risparmi conseguibili possono essere utilizzati per implementare il sistema di gestione dell'energia iso 50001, per il futuro.

Sia il 2016 l’anno della 50001, dopo l'anno (2015 ) della Diagnosi Energetica (DE).

Il disporre di una DE e' già un fondamentale passo avanti verso la 50001.
Per massimizzare i risultati ottenibili dalla DE e mantenerli nel tempo, il Sistema di Gestione dell'Energia (SGE), secondo la norma internazionale ISO 50001, e' il miglior metodo.
Investiamo gli attuali risparmi della "bolletta energetica", dovuti al basso prezzo del petrolio, per implementare un SGE-ISO50001 che ci permette di:
-ridurre le emissioni di co2 (forse un giorno avranno un costo per tutti! Ora solo per le Aziende con Potenza Termica Installata>20MW)
-ridurre i consumi energetici e quindi rendere meno cara la "bolletta" quando il prezzo del petrolio tornera' inesorabilmente a salire
-predisporci per l'utilizzo di fonte energetiche rinnovabili, alternative al petrolio dal quale ci rendono meno dipendenti.
 

Non si dimentichi però che negli ultimi anni si è visto schizzare il prezzo del petrolio oltre la soglia del massimo valore in assoluto nella storia della sua commercializzazione. Una corsa al rialzo che non accenna a terminare, anche perché i consumi sono previsti in forte crescita per lo sviluppo del processo di industrializzazione di paesi ad altissima intensità abitativa. Forse il problema/criticità più grande non sarà il prezzo ma la disponibilità, la certezza dell'approvvigionamento. Per questa ragione la ricerca di massima autonomia (risparmio ed efficienza energetica) e dell'indipendenza energetica (energie alternative) siano da perseguire "affannosamente" in tutti i settori.    
Nello stesso tempo, e conseguentemente,  si sta assistendo ad un peggioramento delle condizioni ambientali, i più ottimisti scenari evolutivi prevedono comunque un deterioramento  della qualità dell’aria ed in generale del clima. I più pessimisti prevedono catastrofi ambientali.

Personalmente ritengo che, bene che vada, il Pianeta non sarà più quello in cui sono cresciuto, una cinquantina di anni fa, e che i problemi di limitatezza delle risorse (di qualsiasi natura esse siano) e di inquinamento non potranno che acuirsi nei prossimi anni.

Un nuovo stile di vita si rende utile se non necessario e a tal proposito ho trovato molto utile l'uso di un Camper, in vacanza, per far capire a miei figli adolescenti quanto sia importante la limitatezza e l'attento uso delle risorse quali acqua, energia elettrica -gas -gasolio, capacità degli scarichi, per poter vivere una vacanza soddisfacente.

Spero e auguro ai miei figli e le prossime generazioni, che comunque non si arrivi alle catastrofi previste dagli scienziati più pessimisti.

 

Per questo, e per tanti altri buoni motivi, il nuovo  contesto sia esso energetico e ambientale, ormai i due aspetti sono inscindibili, sia esso economico-finanziario, rende necessaria una profonda riflessione per passare:
 

DA HOMO ENERGIVORUS A HOMO RESPONSABILIS

 

LA CRISI ENERGETICA, CHE HA ASSUNTO ORMAI CARATTERE STRUTTURALE, SOLLECITA IMPEGNI ED OBIETTIVI DI:

Le fonti energetiche hanno una valenza gerarchica e qualitativa, a cui poter associare un utilizzo finale ottimale attraverso una attenta Progettazione Exergetica.

Ad esempio l'energia elettrica ed il gas sono energie nobili e pronte all’uso per un numero elevato di utilizzatori. Non è ottimale utilizzare energia elettrica per riscaldare l’acqua, come ritengo non ottimale utilizzare esclusivamente il gas nelle centrali termoelettriche, in cui è possibile sfruttare, in modo pulito, altre fonti di energia meno utilizzabili dai singoli, quali ad esempio: rifiuti energizzabili, residui di lavorazioni industriali, olio combustibile, carbone, etc.. Le centrali termoelettriche oggi permettono di controllare meglio le emissioni nocive e quindi permettono un presidio più significativo della salvaguardia dell'ambiente.

 

Altro fondamentale aspetto da riconsiderare sono le RETI DISTRIBUTIVE DI ENERGIA ELETTRICA.

E' assolutamente necessario integrare, se non superare, l'attuale MODELLO DISTRIBUTIVO CENTRALIZZATO DELL'ENERGIA (TOP-DOWN), con un nuovo approccio organizzativo, MODELLO RETE WEB DI INTERNET (BOTTOM-UP), che prevede la possibilità di cedere liberamente energia alla Rete, oltre che di prelevarla.  In questo caso si parla di: SMART GRID: La Rete Intelligente. Visita la breve Guida alla Tecnologia Sostenibile 2.0 – Dalla Spinta di Obama alle Prime Start Up della Nuova Rete Elettrica del Futuro

 

Ruolo prioritario di un Energy Manager-Certificatore Energetico
è promuovere e sviluppare il virtuoso processo di sensibilizzazione ed integrazione tra i vari attori.

 

Il Binomio ENERGIA-AMBIENTE rende necessaria una mobilitazione generale, una chiamata alle armi di tutti, nessuno escluso, una azione di responsabilita’ di ognuno per avviare la nuova era della consapevolezza delle risorse limitate, ossia dell’uomo coscienzioso, scrupoloso e responsabile,

HOMO RESPONSABILIS.

 

Per quanto mi riguarda metto a disposizione: 

=> la formazione universitaria, post-universitaria e on the job -sul campo, che gia' nel 1984 mi vedeva attivo nel risparmio energetico, pur essendomi laureato in Ingegneria Nucleare. Ho pensato che quella formazione altamente specialistica potesse tornare utile anche per risparmiare e razionalizzare l'energia. Infatti con la mia Tesi Analisi energetiche nel settore industriale (il risparmio energetico e l'efficienza energetica nel settore industriale), avevo voluto dare anche una impostazione metodologica per affrontare le tematiche energetiche in Azienda.
Oggi si afferma che il risparmio e l'efficienza energetica possono abbattere i consumi globali dal 5% a oltre il 15% e la si considera la prima fonte di energia alternativa disponibile ed immediata, soprattutto nell'
Industria. 

 Nel Luglio del 2009, dopo 25 anni (2009-1984), è stata pubblicata La Norma EN 16001:2009 "Energy management systems - Requirements with guidance for use". La norma fornisce una guida pratica per impostare un Sistema di Gestione Energetico per migliorare l'efficienza energetica delle organizzazioni. La EN 16001 aiuterà le Imprese a organizzare sistemi e processi volti ad una gestione che porta a benefici economici e alla riduzione delle emissioni di gas serra.
 L'International Organization for Standardizaztion - ISO -, partendo dall'esperienza Europea della norma EN 16001 e dall'esperienza di altri 45 Paesi, tra i quali USA e Japan, ha pubblicato il 15 giugno 2011 la nuova
Norma ISO 50001:2011, sui Sistemi di Gestione per l'Energia, che definisce quadro di riferimento, con validità internazionale, per la gestione dell'energia in tutti i settori industriali, del commercio e dei servizi. Si stima che la norma potrà influenzare fino al 60% dei consumi energetici a livello mondiale, andando a coprire trasversalmente tutti i settori economici.

La ISO 50001:2011 fornirà un modello di riferimento consolidato per aiutare le organizzazioni a pianificare e gestire in modo sistematico l'utilizzo dell'energia. Grazie alla centralità data alla gestione delle performance e al miglioramento continuo, la ISO 50001 contribuirà al miglioramento dell'efficienza energetica e alla riduzione degli sprechi. Un forte consenso generale ha permesso al Comitato di procedere velocemente verso la pubblicazione, a dimostrazione dell'esigenza a livello mondiale di avere questo standard. La norma si basa sugli elementi comuni a tutte le norme ISO sui sistemi di gestione, assicurando un alto livello di compatibilità con le norme ISO 9001 e ISO 14001.

La norma ISO 50001 introdurrà i seguenti benefici:

 Un quadro di riferimento per integrare l'efficienza energetica nelle attività gestionali

 Ottimizzazione dei consumi energetici delle attrezzature esistenti

 Attività di benchmarking, misurazione, documentazione e controllo dei miglioramenti nell'utilizzo dell'energia e del loro impatto sulla riduzione delle emissioni di gas effetto serra

 Trasparenza e comunicazione sulla gestione delle risorse energetiche

 Diffusione di best practice e "buoni comportamenti" nella gestione energetica

 Valutazione e definizione delle priorità per l'implementazione di nuove tecnologie ad alta efficienza energetica e dell'utilizzo di Fonti di Energia Rinnovabili

 Un quadro di riferimento per promuovere l'efficienza energetica lungo tutta la supply chain

 Miglioramenti della gestione energetica nel contesto di progetti di riduzione delle emissioni GHG

 

=> le competenze e conoscenze  che, nel corso di questi trenta anni, si sono ampliate e consolidate anche in differenti contesti industriali, professionali  e sociali,

 

=> l' esperienza manageriale che, sviluppatesi soprattutto all’interno del mondo aziendale, mi permette di intervenire non solo tecnicamente ma anche organizzativamente e gestionalmente sui fenomeni evolutivi in corso. 

 

Con questo spirito abbiamo avviato il PROGETTO INTERSETTORIALE TECNICO-ORGANIZZATIVO, introducendo concetti quali 

BIOARCHITETTURA - INGEGNERIA ENERGETICA: UN NUOVO APPROCCIO PROGETTUALE
CREAZIONE DELLE SCHEDE-MAPPE PROGETTUALI PRECEDENTI ALLA PROGETTAZIONE PRELIMINARE  ==>

==> DALLA PROGETTAZIONE IMPIANTISTICA ALLA PROGETTAZIONE EXERGETICA DEGLI EDIFICI.
 

OGGI PROTOCOLLI DI CERTIFICAZIONE E QUALIFICAZIONE, QUALI LEED, ITACA E ALTRI EUROPEI DELLO STESSO LIVELLO,  APPLICANO UN APPROCCIO INTEGRATO, SISTEMICO E GLOBALE CHE PERMETTONO AMPIAMENTE DI RECUPERARE ED UTILIZZARE QUESTI CONCETTI.

 

Questa è la visione con cui ho scritto i miei interventi pubblici, di cui ne riporto solo alcuni:

PRESENTAZIONE E RELAZIONE 
Festo 2013 Casi ed esperienze di manutenzione industriale
Spazio “Energy efficiency”. La manutenzione quale stakeholder per l’Energy Saving

"Ruolo e Competenze dell'Energy Manager,
in un contesto altamente evolutivo in termini normativi ed organizzativi.
Interazioni con Maintenance Manage
r
"
 FESTO MAINTENANCE DAY,     Milano  18 giugno 2013

 

PRESENTAZIONE E RELAZIONE 
CONVEGNO INGEGNERI IN MOVIMENTO  
"NUOVE E CONCRETE POTENZIALITA’ DI LAVORONEL SETTORE ENERGETICO”

“ISO 50001 Sistema di Gestione dell’Energia”

Elezioni per il rinnovo del Consiglio Ordine Ingegneri Torino
Torino 10 giugno 2013

 

PRESENTAZIONE E RELAZIONE 
TAVOLA ROTONDA 
"PRESENTAZIONE QUADRO NORMATIVO ENERGETICO,
ISO 50001 E DIAGNOSI ENERGETICA
"
RELATORE, come Coordinatore Sottocommissione ISO 50001
Ordine Ingegneri Torino,   GIOVEDI' 12 LUGLIO 2012
 

PRESENTAZIONE
Conferenza Nazionale
"EFFICIENZA ENERGETICA INDUSTRIALE E DEGLI EDIFICI"
organizzata da Global Networking Strategies (UK),
Bologna 12 giugno 2012

 

PRESENTAZIONE E RELAZIONE 
CONVEGNO RISPARMIO ENERGETICO
"FOCUS: PROGETTARE E COSTRUIRE MEGLIO SI DEVE E SI PUÒ"
CERTIFICAZIONE ENERGETICA: SETTORE EDILE vs SETTORE INDUSTRIALE,
TORINO INCONTRA GIOVEDI' 2 FEBBRAIO 2012

 

PRESENTAZIONE E RELAZIONE 
CONVEGNO RISPARMIO ENERGETICO

"FOCUS: ARCHITETTURA MODERNA ED
EFFICIENZA DEL BINOMIO EDIFICIO/IMPIANTO"

TORINO INCONTRA 26-01-10

 

PRESENTAZIONE E RELAZIONE 
CONVEGNO RISPARMIO ENERGETICO
"FOCUS SISTEMA EDIFICIO"
TORINO INCONTRA 15-01-09
 

 

PRESENTAZIONE E RELAZIONE  
INCONTRO PUBBLICO
 "RISPARMIO ENERGETICO E
RICADUTE POSITIVE SULL'AMBIENTE"

SANTENA (TO) 07-05-2010 

 

PRESENTAZIONE E RELAZIONE
SCIENZA E SOSTENIBILITÀ:
PONTE VERSO IL FUTURO.
LICEO MONTI, Chieri (TO) 02-10-09

 

ULTIMI INTERVENTI AGIT
 Associazione Giovani Ingegneri Torino

e CORSO PROFESSIONISTA E MANAGER

 

 

Gruppi LinkedIn Costituiti, ai quali si invita ad iscriversi

  
      

Relatore ai Convegni - Presentazioni  

 2012              

2013    

 

 

 

 

NEL SETTORE EDILE ED IN PARTICOLARE NEL
SETTORE ECO-IMMOBILIARE
 ABBIAMO PROVATO A SVILUPPARE UNA

CASA SOSTENIBILE ECO-ENERGY-HOME 
(Positive Impact Energy Home)
ECO   (DISPERSIONI DA PASSIVE HOUSE) 
ENERGY
 (PRODUZIONE DI ENERGIA SUPERIORE AI CONSUMI)
HOME      (CASA TUA, NON UNA
GENERICA HOUSE )

AVVIANDO ANCHE UNA INIZIATIVA, CON IL COINVOLGIMENTO DIRETTO,

 PROGETTIAMOCI E COSTRUIAMO LA NOSTRA CASA SOSTENIBILE !!
Costruire "bene" per ridurre i costi ed aumentare il comfort nel tempo.


DOTT. ING. DAMMACCO GIUSEPPE
Ingegnere Nucleare-Energetico
Senior Energy Manager (since 1984) e Lead Auditor ISO 50001
ing.dammacco@vodafone.it
TEL. 347-30.11.088

25laurea50anni.macsi.it                                         ENICHEM. CORSO MASTER PER PROGETTISTI DI ORGANIZZAZIONE                      Tesi Integrale su TESIONLINE